Regolamento

art. 1

Il regolamento è emanato a norma dell’art. 15 dello Statuto del Comitato di Coordinamento Podistico della provincia di Bologna ed è vincolante nei confronti dei Soci.

art. 2

Il Comitato coordina e controlla le manifestazioni podistiche o quant’altro previsto dallo Statuto opportunamente segnalate come meglio specificato all’art. 5 e inserite nel calendario ufficiale pubblicato sugli organi di informazione ufficiali del Comitato.

art. 3

Gli organi ufficiali del comitato sono: il sito www.comitatopodisticobolognese.it e il Podista.

art. 4

i Soci del Comitato devono attenersi alle direttive emanate dal Consiglio Direttivo e partecipare solo a quelle iniziative accettate dal Comitato stesso ed inserite nel calendario ufficiale.

art. 5

Le manifestazioni effettuate nei giorni feriali diversi dal sabato, vengono indicate nel calendario ufficiale e rientrano nei limiti della programmazione annuale del calendario stesso, il Comitato non si assume impegni di coordinamento o controllo, così come per le manifestazioni organizzate nei mesi di luglio e agosto. In tali giornate i soci non sono vincolati all’obbligo richiamato all’art. 4 e possono partecipare a qualsiasi manifestazione fatti salvi eventuali divieti particolari comunicati tempestivamente del consiglio direttivo.

art. 6

Per l’inserimento nel calendario delle manifestazioni le società podistiche associate dovranno entro il mese di settembre dell’anno precedente inviare richiesta a firma del Responsabile Sociale tramite mail inQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. in alternativa può essere inviata richiesta negli stessi termini del 30 settembre tramite posta ordinaria, allegando apposita scheda.

Il pagamento della quota associativa deve essere effettuato nel mese di settembre.

Viene riconosciuto un diritto di prelazione nella scelta della data alle camminate già effettuate negli anni precedenti. Tutte le segnalazione successive alla data del 30 settembre potranno essere inserite, se possibile, in un secondo momento. Scaduto il termine di presentazione, le date libere potranno essere assegnate ad altre manifestazioni. Non sono valide segnalazioni verbali.

Avverso alle decisioni prese dal Consiglio Direttivo circa il calendario può essere mosso appello scritto nei 10 giorni successivi la pubblicazione sempre tramite mail a firma del Responsabile della Società interessata,(in alternativa può essere inviata richiesta negli stessi termini tramite posta ordinaria) L’esame del ricorso avverrà in apposita seduta di ottobre del Consiglio Direttivo, alla quale può partecipare il Responsabile Sociale o suo rappresentante per esporre le proprie ragioni. La successiva decisione sul Calendario sarà inappellabile.

art. 7

Le richieste delle date per le manifestazioni vengono esaminate dalla Commissione Calendario che le sottoporrà al Consiglio Direttivo, verranno accolte tenendo conto:

  1. requisiti tecnici previsti e storicità della manifestazione

  2. compatibilità con altre camminate tenendo conto della distanza tra le sedi di svolgimento

  3. partecipazione e coinvolgimento di scuole o comunque di programmi e progetti di avviamento allo sport per i ragazzi e famiglie o progetti di avviamento allo sport per persone con disabilità

art. 8

Essendo la camminata ludico motoria sono tassativamente vietate premiazioni individuali di qualsiasi forma

art. 9

il Consiglio Direttivo può non accettare:

  1. sovrapposizioni di date accettate che generino manifesta concorrenza tra le camminate

  2. organizzatori precedentemente sanzionati

  3. modifica in eccesso della quota di iscrizione

  4. modifica delle caratteristiche della camminata che violino palesemente i requisiti di sicurezza dei partecipanti

  5. numero chiuso di iscrizioni

  6. spostamento di data e/o orario senza previo accordo con il Consiglio Direttivo

art. 10

In tempo utile prima della data della camminata, gli organizzatori dovranno presentare al Consiglio Direttivo il Volantino della Gara che conterrà il regolamento e non dovrà sostanzialmente discostarsi dalle caratteristiche indicate in sede di richiesta (lunghezza dei percorsi, orario e luoghi di partenza e di chiusura manifestazione, aree parcheggi se disponibili, istruzioni per le iscrizioni, caratteristiche o tipologia del premio individuale).

La Camminata è accettata quando avviene la pubblicazione sugli organi ufficiali del comitato. Eventuali modifiche rispetto alla scheda presentata dovranno essere comunicate tempestivamente al Consiglio Direttivo nelle consuete forme.

art. 11

il Consiglio Direttivo è a disposizione degli organizzatori per chiarimenti, consigli, pareri ecc. su aspetti prettamente tecnici delle manifestazioni e può costituire commissioni tecniche, anche con membri esterni, che lo coadiuvino su questi temi.

art. 12

la quota sociale è fissata con delibera espressa a maggioranza del Consiglio Direttivo a giugno di ogni anno solare e resa nota sugli organi di informazione ufficiali del Comitato.

art. 13

ogni membro del consiglio eletto o cooptato ha facoltà di controllo sull’intera organizzazione della camminata circa il rispetto di tutti i contenuti del presente regolamento. Gli organizzatori dovranno massima collaborazione e non potranno negare informazioni e non esibire documentazioni se richieste.

art. 14

le camminate possono essere a numero chiuso o a numero aperto

CAMMINATE A NUMERO CHIUSO: le camminate a numero chiuso sono quelle che per espressa volontà degli organizzatori o per accoglimento della proposta del Consiglio Direttivo, limitano il numero dei partecipanti ad una quantità massima prefissata. In tal caso gli organizzatori dovranno chiudere le iscrizioni al raggiungimento del numero massimo previsto con una tolleranza del 5% in più per l’accoglimento di iscrizioni di singoli camminatori (esclusi i gruppi) la mattina della camminata, nel caso l’organizzatore ritenga di riaprire in tale occasione. L’eventuale superamento del numero chiuso esclusa tolleranza del 5%, potrà avvenire solo dopo aver verificato che altre camminate in programma nella stessa giornata abbiamo a loro volta raggiunto il massimo delle iscrizioni previste. Eventuali deroghe potranno avvenire a seguito di accordi diretti tra i Responsabili delle manifestazioni in programma nella stessa giornata e comunicata ufficialmente a firma congiunta al Consiglio Direttivo. Nel caso di sforamento del numero chiuso il premio individuale dovrà comunque essere garantito anche con consegne differite.

CAMMINATE A NUMERO APERTO: le camminate a numero aperto sono quelle per le quali gli organizzatori accettano le iscrizioni dei partecipanti senza alcun limite quantitativo. In tal caso gli organizzatori si impegnano a predisporre servizi e ristori sufficienti per tutti i partecipanti senza alcun limite quantitativo. Gli organizzatori dovranno garantire servizi, ristori e premi individuali sufficienti per tutti i partecipanti senza alcun limite di quantità. In ogni caso il premio individuale dovrà essere garantito anche con consegne differite.

art.15

le camminate possono essere accettate dal Comitato sotto forma di camminate omologate o camminate segnalate. Nelle camminate omologate è fatto obbligo nei materiali di informazione la presenza del logo del Comitato, mentre nella camminate segnalate non deve essere apposto il logo. Le camminate solo segnalate saranno evidenziate sul calendario e sono quelle che differiscono in alcune parti tecniche dalle regole del Comitato ma che meritano un inserimento in calendario per il loro aspetto promozionale.

art. 16

Le camminate Competitive in calendario o nello stesso contesto delle camminate dovranno attenersi rigorosamente ai regolamenti degli enti sotto la cui egida sono organizzate (FIDAL, EPS, ecc…) con particolare attenzione alle normative sanitarie e assicurative, fatto salvo che la concomitante camminata rispetti i requisiti tecnici del presente regolamento.

art. 17

Alle Società aderenti al Comitato è fatto obbligo di tesserare i propri consociati rispettando le norme in vigore sui certificati sanitari e garanzie assicurative.

art. 18

la quota di partecipazione per le camminate è di 2 euro. La quota di partecipazione da diritto al premio individuale che dovrà essere adeguato alla somma spesa. Le società che partecipano con gruppi di almeno 10 iscritti hanno diritto al premio di società. Una quota ridotta non superiore a 1 euro deve essere richiesta in caso l’organizzatore faccia la scelta di non consegnare premi individuali e/o sociali. Per manifestazioni di lunghezza maggiore a 20Km è riconosciuta la facoltà di fissare quote superiori.

Art.19

Le camminate dovranno prevedere:

  1. percorso lungo

  2. percorso medio

  3. percorso di lunghezza ridotto adatto agli adolescenti di età inferiore agli anni 14, qualora le possibilità logistiche e di sicurezza lo consentano

 

art. 20

Gli organizzatori dovranno scrupolosamente prestare i servizi logistici a tutti i partecipanti allestendo i ristori adeguati lasciandoli a disposizione fino all’orario previsto di chiusura corsa, garantendo anche se a ritmo ridotto il ristoro anche all’ultimo partecipante.

In ogni camminata, in ragione di 12 km, dovranno essere garantiti almeno due ristori uno a metà percorso e uno alla fine. Dovrà essere istituito un servizio scopa e possibilmente un apripista. Dovrà essere presente un servizio di pronto soccorso con Ambulanza. Le iscrizioni per i gruppi dovranno essere aperte preferibilmente il lunedì e chiuse il venerdì antecedente la camminata, le iscrizioni dei singoli sono aperte fino a 15 minuti prima della partenza. I percorsi dovranno essere visibilmente segnalati con frecce o personale di servizio, con particolare attenzione alle zone di pericolo quali incroci stradali o zone ad alto traffico. Nel caso di manifestazioni competitive ci si dovrà attenere rigorosamente al codice stradale.

art 21

requisiti minimi sui volantini:

  1. Orario di inizio corsa.

  2. Indicazione dell’orario di fine corsa, tempo massimo calcolato su un passo di 5km orari

  3. Indicazione dei servizi disponibili il giorno della camminata (spogliatoio, docce, parcheggi, bar aperti nelle vicinanze, toilette, ecc…)

art 22

indicazioni tassative per gli organizzatori e partecipanti:

  1. accesso capi gruppo dalle ore 7 per le camminate mattutine.

  2. distribuzione buste e aperture iscrizioni da un’ora prima di inizio camminata

  3. apertura ristoro e consegna premi di partecipazione singoli dopo la partenza ufficiale della camminata

  4. premiazioni gruppi: ore 10,30 per la partenza delle 9,00; ore 10,15 per le partenze delle 8,30, salvo casi particolari per esigenze organizzative in concomitanza con gare competitive

  5. obbligo di esposizione del pettorale per tutti i partecipanti

art 23

Gli organizzatori che si rendessero inadempienti rispetto a quanto stabilito dal presente regolamento o che dimostrassero carenze organizzative notevoli o comunque ritenute gravi, incorreranno nella sanzione delle non iscrizione della loro manifestazione nella presentazione della richiesta di omologazione nell’anno successivo.

La mancata presentazione della manifestazione in assemblea sarà sanzionata con una pena pecuniaria di 20 euro, pena l’esclusione della camminata.

 

 

 

 

© 2015 comitato podistico bolognese | All Rights Reserved. Designed By Nezcom snc | Privacy Policy